Come trasportare cani e gatti in auto in vacanza: strumenti e consigli utili

Siamo ormai entrati nella stagione estiva, il sole, il caldo, e l'afa ci accompagnano durante le giornate. Si inizia allora a programmare le ferie per staccare un po' dalla routine e per andare, anche solo qualche giorno, a godersi il mare o il fresco della montagna.

 

Dopo aver organizzato la vacanza, ecco che bisogna cominciare a pensare a come partire, quante e quali cose portare con sé in valigia.

 

La stessa cosa vale per i nostri amici pelosetti a quattro zampe: anche loro hanno certe necessità e il loro benessere durante il viaggio è tanto importante quanto il nostro.

Per prima cosa dobbiamo assicurarci che nel posto in cui trascorreremo la vacanza è possibile tenere animali domestici e che ad essi siano concessi gli spazi adeguati per alloggiare.

Ci sono inoltre degli accorgimenti che vanno presi in considerazione e delle procedure da rispettare per garantire ai cani e ai gatti sicurezza e comfort durante la trasferta.

 

Come trasportare cani e gatti in auto in vacanza secondo il Codice della Strada

 

 

Quando si trasporta il proprio cane o il proprio gatto in auto durante un viaggio, si devono adottare delle misure che in alcuni casi sono previste dalla legge, soprattutto per quanto riguarda i cani.

Per prima cosa bisogna avere con sè la documentazione sanitaria del proprio animale domestico. L'articolo 169 del Codice della Strada, disciplina in particolare il trasporto dei cani in auto.

Secondo l'articolo è vietato trasportare più di un animale domestico e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. È però consentito il trasporto di un numero superiore di animali domestici, a condizione che essi siano custoditi in una gabbia o in un contenitore apposito, o nel vano posteriore al posto di guida diviso da una rete o da un altro mezzo idoneo, che abbia la medesima funzione.

Inoltre se essi sono installati in maniera permanente, è necessaria l'autorizzazione del competente ufficio provinciale della Direzione generale della Motorizzazione Civile.

Bisogna prestare molta attenzione, dunque, a portare cani e gatti in auto, e fare in modo che la loro presenza all'interno dell'autovettura, non intralci in qualsiasi maniera la guida.

Violare tali disposizioni può costare una multa dagli 84 ai 335 euro e la decurtazione di un punto dalla patente.

 

Trasportare cani e gatti in auto: i tre strumenti migliori da utilizzare

 

 

Per trasportare l'animale domestico in auto, cane o gatto che sia, possono essere di aiuto alcuni strumenti specifici per questo tipo di esigenza.

Il primo è il classico trasportino, chiamato anche "kennel". Si tratta di una gabbia rigida dotata di sportello e sbarre, adatta perfettamente per sistemare l'animale.

Come anticipato già in precedenza, un altro modo per trasportare in totale sicurezza i nostri amici pelosetti, è senza dubbio la rete divisoria, che può essere fissa o rimovibile.

Essa è perfetta per chi ha un cane di taglia medio-grande o che non riesce a sopportare il viaggio all'interno di un trasportino.

La prima regola che ci insegnano quando saliamo in auto è "mettere la cintura"... Ebbene, può valere anche per i nostri animali da compagnia! La cintura di sicurezza per cani è costituita da un'imbracatura che viene agganciata da una parte alle cinture dell'automobile e dall'altra al collare o alla pettorina del cane.

È molto sicura, ma consigliata soltanto per cani di taglia piccola e media, o che comunque non superino un peso di 40 kg.

 

Trasportare cani e gatti in auto: come garantire il benessere dei pets

 

 

Ci sono alcune accortezze che sono necessarie per garantire il benessere dei nostri animali domestici durante un viaggio, lungo o breve che sia. Si tratta di gesti ed attenzioni, tutti guidati dal buon senso, che non richiedono un grande sforzo da parte nostra, ma se compiuti, possono davvero fare la differenza per cani e gatti.

La prima cosa di cui un animale ha bisogno è essere costantemente idratato: bisogna sempre garantirgli dell'acqua fresca.

Nel caso in cui il viaggio sia piuttosto lungo, è bene fare pause ogni due ore circa, per liberarlo e fargli "sgranchire le gambe" e fargli prendere una boccata d'aria fresca.

Attenzione però: questo vale solo per i cani. I gatti, al contrario, è meglio non liberarli in quanto la paura e l’agitazione per la situazione inconsueta potrebbero indurli a scappare.

Per ovviare al problema dei bisogni fisiologici del gatto, si possono mettere delle vecchie coperte nel trasportino, così se avesse l’estrema necessità di fare i propri bisogni li farà senza arrecare danni.

Altra questione estremamente importante è la temperatura e la qualità dell'aria. I cani ad esempio sono molto sensibili ai colpi di calore, ma attenzione: la sola aria condizionata non è abbastanza. Per garantire e mantenere il loro benessere è preferibile un ricircolo costante di aria e abbassare di tanto in tanto i finestrini.

È molto importante anche prestare attenzione alla posizione del trasportino o, in generale, dell'animale in auto, e fare in modo che non sia dotto il sole diretto dai finestrini.

Inutile dire di non lasciare mai gli animali soli in auto, nemmeno se per una breve sosta in autogrill. Per quanto riguarda l'alimentazione, infine, è meglio far partire l'animale a stomaco vuoto e preferire cibo secco: anche loro possono soffrire di mal d'auto, e ciò lo dimostrano vomitando, ma anche semplicemente ansimando e mostrandosi agitati o sbavando.

In ogni caso, è bene fare sempre sentire la nostra presenza al nostro animale domestico, trasmettendogli tranquillità e amore, facendo in modo che non si agiti e che si senta a suo agio durante tutto il viaggio.

T: +39 045 952302

Consegna gratuita da € 49 di spesa

Le nostre promesse

Vuoi provare il nostro servizio con il 10% di sconto? Iscriviti!