Per il benessere del nostro amico animale: spazzolatura del cane

Ogni cane ha bisogno di essere spazzolato, soprattutto nel periodo della muta, indipendentemente dalle caratteristiche del suo pelo (corto, lungo, medio, arricciato, fluente, duro, setoso). In ogni caso i cani a pelo lungo vanno spazzolati più frequentemente mentre quelli a pelo corto o medio possono essere spazzolati una volta alla settimana.

L’operazione della spazzolatura è necessaria per ripulire il pelo da polvere, sporcizia, peli morti ed eventuali parassiti. Inoltre consente al padrone di monitorare la salute della cute dell’animale e scoprire eventuali ferite, infiammazioni o infezioni. È bene abituare il cane fin da cucciolo alla spazzolatura affinché prenda confidenza con tale prassi.

Bisogna tener presente che a seconda del tipo di pelo varia il modo di spazzolare il cane. Riportiamo, quindi, di seguito, i vari metodi in considerazione del tipo di pelo che avrà il vostro amato animale.

Mantelli rasi (tipo Boxer):dovrete spazzolare (sufficientemente una volta la settimana) l’animale prima contropelo e poi nella direzione del pelo, con una spazzola con setole, un guanto o una pelle di camoscio.

Mantelli corti (tipo Labrador Retriever):prestate attenzione al sottopelo. Utilizzate un cardatore nella direzione del pelo per sciogliere i nodi e poi muovetelo contropelo per eliminare il sottopelo morto.Passate la spazzola con le setole per rimuovere i peli morti e lo sporco. Terminate, quindi, con un pettine a denti stretti, prestando attenzione al pelo più folto presente sul collo e sulla coda. I cani a pelo corto vanno spazzolati due volte a settimana durante la muta e una volta a settimana nel resto dell’anno.

Mantelli duri (tipo Fox Terrier):dovrete seguire le istruzioni, di cui sopra, per i cani a mantello corto, ricordandovi di spazzolare l’animale due volte a settimana. In più una volta al mese dovrete ridurre il pelo in eccesso usando un pettine da stripping, che elimina solo i peli più lunghi e svolazzanti. Ogni tre/quattro mesi è bene portare il cane dal toelettatore per il necessario sfoltimento. Una curiosità: se volete portare a una esposizione il vostro cane a pelo duro, consigliatevi con un toelettatore professionista perché secondo i giudici lo spazzolare “rovina” il mantello.

Mantelli lunghi e setosi (tipo gli Yorkshire Terrier):per prima cosa dovrete sciogliere i nodi con un cardatore, in seguito userete una spazzola a setole corte per sistemare il pelo; infine potrete pettinare il vostro cane. I mantelli lunghi e setosi vanno spazzolati ogni giorno e una volta al mese va tagliato il pelo disordinato. Alcune razze di cani a pelo lungo (Maltese o Yorkshire Terrier) non hanno sottopelo e ciò li rende particolarmente soggetti a irritazioni.

Mantelli lunghi e folti (tipo Pastori delle Shetland):con un cardatore scioglierete i nodi, per poi passare a pettinare le parti più folte del mantello con una spazzola a denti metallici, infine utilizzerete un pettine a denti larghi su tutto il corpo, in particolare sulle frange (i ciuffi di pelo) su zampe, torace, posteriori e coda. Quest’operazione va fatta tutti i giorni e una volta al mese c’è da tagliare il pelo in eccesso.



23/01/2013

In relazione alla notizia che hai letto, ti consigliamo i seguenti prodotti
News

Con la rubrica "Per il benessere del nostro amico animale" vorremmo suggerirvi alcuni consigli. Oggi parliamo del cane e della sua spazzolatura.