Sorrisi Smaglianti

Quante volte alla televisione, sulle riviste e su cartelloni pubblicitari abbiamo visto sposorizzati prodotti per cani e gatti che favoriscono la cura dell'igiene orale? Un'infinità di volte direte voi. Ma curare il cavo orale dei vostri fedeli amici è veramente importante? La risposta è assolutamente si. Per noi come per loro, avere cura di bocca e denti è importantissimo e non solo per una questione "estetica", ma sopratutto per la salute. 

Durante la giornata il vostro amico a quattro zampe si nutre, svolge le quotidiane azioni di igiene ovvero si lava (con la lingua), gioca con palline, nastri e quant'altro usando sempre la bocca. Questo significa inevitabilmente avere una bocca piena di batteri che formano la placca. La placca dentale altro non è che un deposito di batteri, purtroppo il continuo accumulo di batteri insieme ai sali minerali della saliva trasformano la placca in una sorta di "cemento", il Tartaro. Questo processo non avviene in anni o mesi, bastano solo 24 ore. Una volta formato il tartaro alla base del dente, lo riconoscerete perchè è di colore scuro giallo/marrone e ruvido, i batteri andranno in festa provocando gengiviti, cioè infenzioni alle gengive e se non rimossi, alla parodontite con conseguente perdita dei denti. Purtroppo questo tipo di batterio può passare anche attraverso il sangue provocando conseguenze ben più gravi agli organi vitali come cuore, reni, polmoni e fegato. La presenza del tartaro inoltre porta il cane o il gatto a soffrire di alitosi, ovvero alito cattivo. I batteri che prolificano nel tartaro rilasciano grandi quantità di composti a base di zolfo, rendeno così l'alito molto sgradevole e con il tempo può danneggiare le mucose.

Tutti i cani e i gatti, soprattutto dopo i 3 ani di età, indipendetemente da razza, dimensione o sesso sono soggetti al tartaro. E' vero però che ci sono soggetti più incline di altri,  come ad esempio i cani di piccola taglia e i cani brachicefali, la conformazione del cranio e della mascella infatti fanno si che i denti risultino molto vicini tra loro, perciò lo sporco che si deposita sarà più difficile da rimuovere. 

Nel caso in cui si arrivi ad una situazione di tartaro impossibile da rimuovere con la semplice spazzolatura dei denti, sarà necessario rivolgersi ad un veterinario professionista che effettuerà la Detartrasi con ablatore ultrasuoni. Questa pratica viene effettuata in anestesia generale, non perchè sia una procedura difficile o dolorosa ma semplicemente perchè  il cane o il gatto non resterebbero fermi durante il trattamento.

Non è escluso che nell'arco della vita del proprio animale questa procedura debba essere comunque fatta, anche se siamo stati attenti nella cura dell'igiene orale. Ma nonostante questa premessa è necessario fare il possibile per evitare le problematiche elencate qui sopra. Ed è per questo motivo che consigliamo di trovare quotidianamente 5 minuti per pulire i denti al proprio cane/gatto.

Come fare? Inanzitutto, se ne avete la possibilità, abituate il vostro amico peloso fin da cucciolo (dai 3 ai 7 mesi), altrimenti gradualmente abituate il vostro cane/gatto adulto. Passate sui denti dell'animale il vostro dito coperto da una garzettina sterile (la garza è ruvida perciò "gratterà" i denti) meglio se questa garza sia imbevuta di prodotti specifici per la pulizia dei denti per gli animali. Una volta abituato il cane/gatto a questa procedura, passeremo allo spazzolino che pulirà molto più in profondità il cavo orale. In commercio esistono spazzolini di vario tipo e genere, come spazolini da dito, spazzolini a tripla testina e semplici spazzolini. Lo spazzolino deve avere setole di durezza medio/morbida per non rovinare lo smalto dei denti. Oltre agli spazzolini in commercio troviamo dentifrici*, gel, paste, sprai e additivi per l'acqua che ci aiuteranno nella nostra missione. Ma non solo, anche ossi, snack e giochi hanno un ruolo molto importante. Masticare alimenti o giochi ruvidi e duri aiuterà a rimuovere placca e tartaro dai denti, ma non solo questi prodotti avranno un'azione "massaggiante" sulle gengive. 

Anche la scelta del cibo risulta importante, è sempre meglio favorire alimenti secchi a quelli umidi e alimenti ricchi di calcio e vitamine. Ciò NON eviterà che al cane/gatto venga il tartaro, ma sicuramente prolungherà il suo benessere orale. 

Scegli sempre il meglio per il tuo amico.

 

*Una raccomandazione molto importante NON usare il dentifricio per uso umano perchè per i cani e i gatti oltre ad essere sgradevole è anche tossico.

 



13/09/2017

In relazione alla notizia che hai letto, ti consigliamo i seguenti prodotti
News

Pubblicità o l'igiene orale è importante veramente anche per i nostri amici? Lo scopriamo insieme.