Un criceto per amico…

Secondo le statistiche 2013 diffuse da Assalco (Associazione nazionale delle imprese per l'alimentazione e la cura degli animali da compagnia), si stima che nelle case degli italiani vi siano circa 60 milioni di animali da compagnia considerati dei veri e propri membri della famiglia. Tanto è l’amore nei confronti di cani, gatti (oltre 14 milioni), piccoli mammiferi tra cui roditori e conigli (1,8 mln), rettili (1,4 mln), uccellini (13 mln) e pesci (30 mln). Tra questa grande varietà di animali domestici, non va certo dimenticato il criceto. Pur essendo un animale abituato a stare da solo e a condurre una vita notturna, il piccolino conquista il cuore di moltissime persone grazie alla sua simpatia e alla tenerezza che suscita.

Spesso sottovalutato, il criceto è in grado di restituire attenzioni e affetto tanto quanto gli altri animali di taglia maggiore. Non è difficile da gestire, forse anche per questo molto spesso viene scelto, ma ha comunque bisogno di accortezze indispensabili per il suo benessere.
 

Partendo dalla scelta della gabbia, quest’ultima dovrebbe contenere tutta una serie di accessori che possano permettere al criceto di muoversi liberamente, di giocare e di compiere i circa 5km che solitamente l’animaletto ha voglia di percorrere ogni notte. Vi starete chiedendo come fa a percorrere una simile distanza rimanendo chiuso in una gabbia…semplice, utilizzando la classica ruota! A tal proposito sono da evitare assolutamente gli oggetti a sbarre, ruote, appunto, ma anche ripiani o scalette con pioli stretti che possono rompere le zampe del roditore se per errore scivolasse tra un piolo e l’altro. Meglio scegliere oggetti privi di spazio tra un piolo e l’altro o, nel caso delle scalette, da pioli molto distanti tra loro. 

Importantissima, poi, la scelta dell’alimentazione, che deve essere varia e costituita da alimenti bilanciati contenenti  principalmente semi, verdura e frutta. Disponibili anche delle vere e proprie ghiottonerie che lo faranno impazzire come gli snack croccanti, i drops allo yoghurt o i biscotti

Altro elemento importante, la lettiera, meglio se non aromatizzata e depolverizzata. Andrà cambiata una volta ogni due settimane. Sconsigliato assolutamente il talco al posto della sabbia per cincillà visto che può essere molto dannoso per le vie respiratorie del nostro piccolino.

La gabbia va posizionata preferibilmente in un luogo fresco della casa (fresco, non freddo!) evitando correnti d’aria e l’irraggiamento solare diretto.

Per avere maggiori informazioni e per conoscere di più il mondo del criceto e di altri teneri amici consigliamo il libro “Uccelli e piccoli Mammiferi” edizioni Il Castello.

 


24/10/2013

News

Secondo le statistiche si stima che nelle case degli italiani vi siano circa 60 milioni di animali da compagnia considerati dei veri e propri membri della famiglia tra i quali il criceto...